visual

Postaprevidenza Valore

Mantieni il tuo stile di vita anche quando andrai in pensione.

  • Piano di previdenza complementare per costruire una rendita mensile
  • Deducibilità fiscale
  • Dedicata ai lavoratori dipendenti ed autonomi
  • Per costruire la tua pensione a partire da 50,00 euro al mese
  • Massima flessibilità nel piano dei versamenti
  • Rivalutazione garantita dei contributi versati

Postaprevidenza Valore è il piano di previdenza complementare che ti consente di costruire una rendita mensile, che si rivaluta anno dopo anno (salvo i casi in cui la rivalutazione risulti negativa, in tal caso la rendita rimane costante) ad integrazione della pensione pubblica.

È un prodotto dedicato ai titolari di Conto BancoPosta o di Libretto di risparmio postale.

  • Rivalutazione minima sul TFR conferito
  • Massima flessibilità nel piano dei versamenti (libertà di variare l'importo, sospendere i versamenti per riattivarli in seguito, effettuare versamenti aggiuntivi anche online)

Tutti i versamenti effettuati (ad eccezione del TFR) possono essere dedotti dal reddito fino a 5.164,57 euro all'anno, al montante complessivo concorrono anche i contributi versati a favore dei familiari fiscalmente a carico ed i versamenti effettuati verso altre forme di previdenza complementare.

Puoi risparmiare dal 23% al 43% del premio versato, in base al tuo reddito (aliquote fiscali attualmente in vigore). Il rendimento annuo delle somme accantonate viene tassato con una aliquota del 20%. L'imponibile da assoggettare a tassazione viene tuttavia ridotto in funzione della quota dei proventi riferibili ad investimenti in titoli pubblici italiani ed equiparati, i cui rendimenti sono tassati al 12,50%.

Garanzia di rivalutazione minima sui contributi versati.

Visualizza i rendimenti ed i rendiconti della Gestione Separata Posta Pensione

Se sei un datore di lavoro scopri come versare il TFR dei tuoi dipendenti.

I clienti che intendono lamentare irregolarità, criticità o anomalie riguardanti il fondo pensione Postaprevidenza Valore possono presentare un reclamo indirizzandolo:

  • via lettera a:
    Poste Vita S.p.A.
    Reclami e Customer Care
    Piazzale Konrad Adenauer 3
    00144 Roma
  • Via fax al numero: 0654924426
  • Via email e-mail all'indirizzo: reclamiprevidenza@postevita.it

indicando i seguenti dati:

  • nome, cognome, indirizzo completo e recapito telefonico dell'esponente;
  • numero della polizza e nominativo dell'aderente
  • nel caso la lamentela sia presentata per un soggetto terzo  i dati identificativi di colui (es. avvocato) che presenta il reclamo e la specifica procura ad operare per conto dell'aderente;
  • breve descrizione dei fatti, dei soggetti  e delle ragioni della lamentela
  • ogni altra indicazione e documento utile per descrivere le circostanze.

Poste Vita S.p.a. si impegna a fornire riscontro entro 45 gg dal ricevimento del reclamo.

Nel caso in cui la risposta non sia fornita da Poste Vita S.p.a. entro 45 gg dalla richiesta o la risposta non sia ritenuta soddisfacente è possibile inviare un esposto a COVIP - Commissione di vigilanza sui fondi pensione segnalando le irregolarità, criticità o anomalie segnalate a Poste Vita e per le quali non si è ritenuto di ottenere completa ed adeguata risposta ai seguenti indirizzi:

Piazza Augusto Imperatore, 27 – 00186 Roma (fax 06.69506.306; e-mail trasmessa da una casella di posta elettronica certificata all'indirizzo: protocollo@pec.covip.it), avendo cura di indicare i seguenti dati:

  • chiara indicazione del fondo pensione interessato (denominazione, numero di iscrizione all'Albo dei fondi pensione)
  • indicazione del soggetto che trasmette l'esposto (nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico)
  • oggetto dell'esposto (chiara e sintetica esposizione dei fatti e delle ragioni della lamentela)
  • copia del reclamo già trasmesso al fondo e dell'eventuale risposta ricevuta
  • ogni documento utile per descrivere le circostanze

Per ulteriori informazioni, si veda la "Guida alla trasmissione degli esposti alla Covip" nel sito www.covip.it.

  • Perchè aderire a Postaprevidenza Valore?
    Il nostro sistema pensionistico si basa sull'equilibrio tra le risorse economiche versate dai lavoratori e quelle necessarie per pagare le pensioni. Oggi il sistema previdenziale pubblico non è più in grado di garantire tale equilibrio, a causa di fattori sociali quali l'aumento della disoccupazione, l'allungamento della vita media e la riduzione delle nascite; la conseguenza è una progressiva riduzione dell'importo dell'assegno pensionabile. Ne deriva la necessità di garantirsi una pensione integrativa a quella pubblica, per mantenere un adeguato tenore di vita anche nell'età successiva a quella lavorativa. Con Postaprevidenza Valore è possibile costruire la propria pensione integrativa grazie ad un piano di versamenti flessibile, di minimo 50 euro mensili o 600 annuali.
  • Chi può aderire a Postaprevidenza Valore?
    Possono aderire a Postaprevidenza Valore tutti i lavoratori dipendenti ed autonomi. Può aderire anche chi non è titolare di reddito da lavoro o da impresa, comprese le persone fiscalmente a carico di altri soggetti.
    I lavoratori dipendenti possono aderire conferendo anche il proprio TFR (Trattamento di Fine Rapporto).
  • Come posso aderire a Postaprevidenza Valore?
    Per aderire a Postaprevidenza Valore è sufficiente:
    • Leggere attentamente la documentazione disponibile sul sito nella sezione Documentazione Contrattuale (Nota Informativa, Condizioni Generali di Contratto, Regolamento, Documento Regime Fiscale e Documento sulle Anticipazioni)
    • Recarsi in uno degli oltre 14.000 Uffici Postali abilitati distribuiti su tutto il territorio italiano
    • Sottoscrivere Postaprevidenza Valore, e contestualmente compilare e consegnare al consulente il Modulo di Adesione
    • Nel caso di adesione di lavoratori dipendenti che conferiscono anche il TFR, consegnare al datore di lavoro una copia del Modulo di Adesione contenente le istruzioni operative su come effettuare i versamenti del TFR
  • Posso decidere in qualsiasi momento di destinare il TFR al piano integrativo pensionistico Postaprevidenza Valore?
    Si. Il lavoratore dipendente che ha deciso di mantenere il TFR presso il datore di lavoro può in qualsiasi momento revocare la sua scelta e aderire a Postaprevidenza Valore. Sarà sufficiente consegnare alla propria azienda una copia del Modulo di Adesione (scaricabile on-line) in cui si dichiara in modo esplicito la richiesta di conferimento del proprio TFR maturato da quel momento. Il TFR maturato fino alla data della richiesta, invece, resterà accantonato presso il datore di lavoro.
  • Quali sono i benefici fiscali previsti per gli aderenti a Postaprevidenza Valore?
    I contributi versati alle forme di previdenza complementare, escludendo l'eventuale devoluzione del TFR, sono deducibili fino ad un ammontare massimo annuo di 5.164,57 euro. E' possibile dedurre anche gli eventuali contributi versati dal lavoratore e dal datore di lavoro, sia volontari che dovuti in base a contratti o accordi collettivi, anche aziendali.
    Inoltre il rendimento annuo delle somme accantonate viene tassato con una aliquota del 20%. L'imponibile da assoggettare a tassazione viene tuttavia ridotto in funzione della quota dei proventi riferibili ad investimenti in titoli pubblici italiani ed equiparati, i cui rendimenti sono tassati al 12,50%. La tassazione complessiva dipenderà quindi dall'incidenza delle diverse fonti di rendimento e sarà comunque più bassa rispetto a quella applicata sui rendimenti realizzati attraverso altre forme di investimento e di risparmio (26%).
  • In caso di mancata deduzione dei premi versati devo comunicarlo a Poste Vita?
    Si. Per la parte dei contributi versati che non hanno usufruito della deduzione fiscale, compresi quelli eccedenti il tetto dei 5.164,57 euro, l'aderente dovrà comunicare a Poste Vita, entro il 31 dicembre dell'anno successivo a quello in cui è stato effettuato il versamento, l'importo non dedotto o che non sarà dedotto nella dichiarazione dei redditi. In questo modo, la "restituzione" dei contributi, sotto forma di capitale o di rendita, non sarà tassata, evitando una doppia imposizione.
  • Chi vigila sulla corretta gestione del mio piano previdenziale?
    Il responsabile del PIP, che è una figura appositamente preposta a verificare che la gestione del piano sia svolta nell'interesse esclusivo degli iscritti, e svolge la propria attività in modo autonomo rispetto alla società che ha istituito il fondo. Inoltre, la vigilanza sul fondo è esercitata dalla COVIP, la Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione, al fine di perseguire la corretta e trasparente amministrazione e gestione dei fondi.
  • Quale è il premio minimo che devo versare per sottoscrivere il prodotto? Con quale modalità di pagamento?
    Il premio minimo è di 600 euro all'anno in caso di piano di pagamento annuale, o di 50 Euro mensili, in caso di scelta del piano di versamenti mensile. Il prelievo avviene dal Conto Corrente Bancoposta o Libretto postale dell'aderente. E' prevista inoltre la possibilità di effettuare il versamento di premi volontari aggiuntivi in corso di contratto di almeno 500 euro ciascuno. Poste Vita consente inoltre di sospendere in qualsiasi momento il piano di pagamenti e di riprenderlo successivamente. La destinazione del TFR è facoltativa, ma irrevocabile.
  • Quali sono i costi applicati sui versamenti?
    Ai premi versati dall'aderente viene applicato un costo pari a una percentuale del 2,50% del premio stesso.
    Tale costo non si applica sui flussi derivanti da TFR, e sui contributi eventualmente versati dal Datore di lavoro. Inoltre, non si applicano costi sui versamenti aggiuntivi effettuati attraverso il reimpiego, avvenuto entro 90 giorni dalla data di liquidazione, delle somme derivanti da scadenza o riscatto di altre polizze in essere con Poste Vita S.p.A.
  • Posso sottoscrivere Postaprevidenza Valore, anche se sono prossimo alla pensione di vecchiaia?
    Tutte le persone prossime alla pensione possono sottoscrivere il PIP, effettuare versamenti e dedurli nei limiti consentiti dalla normativa, posticipando la data della richiesta delle prestazioni, a condizione che manchi almeno un anno al raggiungimento dei requisiti di accesso alla pensione pubblica (pensione di vecchiaia).
  • Posso sottoscrivere Postaprevidenza Valore, anche se percepisco la pensione di anzianità?
    I titolari di pensione di anzianità che non abbiano ancora raggiunto l'età pensionabile prevista nel regime obbligatorio di appartenenza per il conseguimento del trattamento pensionistico di vecchiaia, possono aderire a Postaprevidenza Valore ed effettuare i versamenti sfruttando i vantaggi della deducibilità fiscale.
  • Sono indeciso se aderire. Ci voglio pensare. Tanto se aderisco oggi o tra 10 anni è la stessa cosa, giusto?
    No. Al fine di una corretta valutazione del livello della prestazione che è ragionevole attendersi da Postaprevidenza Valore è importante considerare fin d'ora che l'importo della prestazione sarà tanto più elevato quanto:
    • a) più lungo è il periodo di tempo tra il momento di adesione e quello di accesso alle prestazioni pensionistiche (al pensionamento infatti si saranno effettuati più versamenti e maturato maggiori rendimenti)
    • b) maggiore è la continuità con cui saranno effettuati i versamenti (cioè, senza interruzioni, sospensioni o ritardi nei pagamenti)
    • c) più bassi sono i costi di partecipazione
    • d) più elevati sono i rendimenti della gestione
    • e) più alti saranno i versamenti effettuati.
  • In caso di necessità, posso avere anticipazioni della posizione maturata? Ed eventuali riscatti?
    Si. L'aderente può esercitare il diritto di riscatto per anticipazione sulla prestazione maturata:
    • a) In qualsiasi momento:
      Per un importo non superiore al 75% della posizione individuale a seguito di spese mediche conseguenti a gravissime situazioni relative all'Aderente stesso, al coniuge e ai figli, per terapie e interventi straordinari riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche
    • b) Dopo 8 anni di iscrizione:
      Per un importo non superiore al 75%, per l'acquisto della prima casa di abitazione per l'Aderente stesso o per i figli, o per la realizzazione degli interventi sulla prima casa di abitazione
    • Per un importo non superiore al 30%, per ulteriori esigenze dell'Aderente.

    Inoltre l'Aderente può riscattare:
    • 1) Il 50% della posizione individuale maturata, in caso di cessazione dell'attività lavorativa che comporti l'inoccupazione per un periodo di tempo non inferiore a 12 mesi e non superiore a 48 mesi, ovvero in caso di ricorso da parte del datore di lavoro a procedure di mobilità, cassa integrazione guadagni, ordinaria o straordinaria
    • 2) Il 100% della posizione individuale maturata in caso di invalidità permanente che comporti la riduzione della capacità di lavoro a meno di un terzo o a seguito di cessazione dell'attività lavorativa che comporti l'inoccupazione per un periodo di tempo superiore a 48 mesi.
      Il riscatto non è tuttavia consentito ove tali eventi si verifichino nel quinquennio precedente la maturazione dei requisiti di accesso alle prestazioni pensionistiche complementari, nel qual caso vale quanto previsto dall'Art. 10 comma 4 del Regolamento.

Postaprevidenza Valore è un prodotto iscritto all'Albo dei Fondi Pensione con il n. 5003 e quindi autorizzato da COVIP a realizzare la previdenza complementare anche attraverso il conferimento del TFR.

Messaggio promozionale riguardante forme pensionistiche complementari – prima dell'adesione leggere la nota informativa, il regolamento e le condizioni generali di contratto disponibili presso gli Uffici Postali abilitati e in download su questa pagina nella sezione Documentazione.